ViaggeroEuropaSpagnaBarcellonaLa Barceloneta e il Porto Vecchio

Barcellona

Informazioni essenziali
Arrivare e muoversi
Cosa visitare a Barcellona
Itinerari
Shopping e prodotti tipici
Dintorni di Barcellona
Dove dormire a Barcellona

Barceloneta e Porto Vecchio

La Barceloneta

Chi è stato a Napoli almeno una volta e ha avuto modo di perdersi nell’intricato groviglio di vicoli di questa nostra splendida città, ritroverà le stesse atmosfere entrando nella Barceloneta. Non a caso molti chiamano questo quartiere marinaro "la Napoli di Barcellona".

Sembra di stare a Santa Lucia o nei Quartieri Spagnolipartenopei; e anche se non c’è Ischia di fronte e gli accenti sono diversi, le facce di pescatori, marinai e gente che lavora nel porto sono uguali a quelle dei napoletani. La Barceloneta è un posto di grande fascino; fino a poco tempo fa era il luogo dei vecchi moli in disuso, delle prostitute e dei loro clienti che qui cercavano il riparo dagli occhi degli altri e dalla polizia.


Dopo il 1992 e le Olimpiadi, come altre parti della città ha subito un massiccio intervento di riqualificazione che gli ha ridato nuova vita. 
Si tratta di una storia che Barceloneta ha già vissuto. Fino alla metà del XVIII secolo fu una zona disabitata, ma grazie alla sua vicinanza al mare, i pescatori furono i primi a stabilirsi in questa parte della città, fino al 1754, in cui si iniziarono a costruire le prime case. Da allora il quartiere non è cambiato perché continua ad essere abitato da gente umile, anche se le abitazioni si sono trasformate leggermente, così come il quartiere nella sua totalità, ricco oggi di ristoranti, negozi e piccoli bar. Barceloneta oggi è un posto cosmopolita che, in estate, raggiunge la sua massima espressione: la sua spiaggia infatti, è una delle più animate della città sia di giorno sia di notte, quando si aprono i chioschi e i bar che propongono musica dal vivo.
Ma sulla spiaggia, oltre allo svago notturno, potrete recarvi anche per mangiare nei ristoranti direttamente sulla sabbia, che propongono le deliziose ricette a base di pesce che l'hanno resa così famosa.
La sua spiaggia, essendo una della più vive di Barcellona, è anche la meta ideale se volete bere un drink fino all'alba e trovarvi in mezzo a danze cubane sotto il sole e cocktail di frutta fresca. Dopo questa trasformazione, sono aumentati i contrasti che hanno da sempre reso la Barceloneta un posto di grande fascino.
Accanto alla modernità fatta anche di barche più lussuose, incontrerete il tipico ambiente marinaio di sempre, ricco di stradine strette e assolate, di sapore di mare che si sprigiona dai vicoli e di odore di sale. Se decidete di imbarcarvi sulle famose "rondini",tipiche imbarcazioni che escono dal porto di fronte al monumento a Colombo, potrete percorrere i diversi itinerari della zona ammirando il suggestivo paesaggio circostante e scoprendo così l'incantesimo che avvolge questo quartiere. La parte sinistra di Barceloneta presenta il suo aspetto più tradizionale: balconi zeppi di vestiti stesi al sole, cantine, bar e i ristoranti migliori della città per provare sia il pesce fresco, sia i deliziosi stuzzichini, come la tipica bomba, una crocchetta di patate ripiena di carne e salsa piccante. Inoltre, nel rispetto dell'antichità del quartiere non mancano le chiese, come la barocca di Sant Miquel del Port nella piazza. Gli amanti del flamenco devono fare invece una sosta obbligatoria alla fontana vicino alla strada Sant Carles, costruita in omaggio allaballerina di flamenco Carmen Amaya, nata proprio in questo quartiere.

Port Vell, il Vecchio Porto

Barceloneta è legata a Port Vell, il Vecchio Porto, una porzione di città che Barcellona strappò al mare. Port Vell inizia con la fine della Rambla, proprio sotto il Belvedere di Colombo. Come altre parti della città, anche il Porto Vecchio ha subito un profondo processo di riconversione durante i lavori per le olimpiadi del 1992. Quello che era un luogo di marinai e mercati di pesce, oggi è uno dei più importanti luoghi di divertimento di Barcellona. 

Centri Commerciali, ristoranti, negozi, cinema, hanno sostituito i mercati del pesce e la vita di porto. Il vostro viaggio nel Porto Vecchio inizia dalla passerella di legno che passa sopra il mare. Qui si conserva una zona destinata alla pesca, con la Torre del Rellotge che dà nome al molo ed il piccolo mercato generale di pescatori, mentre gli antichi arsenali medievali, le Drassanes Reials,sono testimonianza dello splendore del commercio marittimo e della marina catalana nel Medioevo. La zona più nuova inizia con il Maremagnum, un centro commerciale con negozi, bar, fast food, luoghi di svago. Subito dopo, andando verso la Barceloneta, inizia la zona ludica che comprende l'Imax e l'Aquàrium, due dei centri di divertimento culturale più innovativi della città. L'IMAX (Moll d'Espanya) è il cinema più moderno della città, dove potrete vedere film in tecnologia Imax, Omnimax e 3D, mentre l'Aquàrium (Moll d'Espanya) è uno degli acquari più grandi d'Europa. 
Vi consigliamo di non perdervi una salita fino al Monumento a Colombo da cui si ammira tutta la costa di Barcellona, comprese le caratteristiche "Golondrine" (rondini) , piccole imbarcazioni turistiche che fanno il percorso che va dal porto per tutto il fronte marittimo della città.

Belvedere di Colombo
Direzione: Portone della Pau, s/n
Alla fine della Rambla, vicino al mare, si trova il monumento o il Belvedere di Colombo, una grande opera costruita nel 1888 per l'Esposizione Universale con lo scopo di ricordare la scoperta dell'America ad opera del grande navigatore. La statua è posta suuna colonna di 60 metri e all'interno della quale si trova è un ascensore che sale fino al belvedere panoramico, da cui potrete ammirare tutto il porto e il centro storico, dalla montagna fino al mare. Orari: dal 1 ottobre a 31 maggio: dalle 10:00 alle 18:30
Dal 1 giugno al 30 settembre: dalle 9:00 alle 20:30
Chiude il 1 gennaio, 12 ottobre, 25 e 26 dicembre. Tariffe: Adulti 2.30 €; bambini 4-12 anni
Pensionati 1.50 €; gruppi minimo 15 persone 1.90 €.

L'Aquàrium di Barcellona
Direzione: Moll d'Espanya del Port Vell, s/n
Telefono: 932 217 474 L'Aquàrium di Barcellona è uno dei più importanti del mondo, nonché l'acquario più grande d'Europa, dove scoprirete il maggiore numero di essere viventi marini del Mediterraneo. Al suo interno potrete ammirare squali e cavallucci marini, passando attraverso un tunnel trasparente di 80 metri sotto l'oceano. L'Aquarium dispone di 20 acquari giganteschi, 8000 animali e più di 300 specie diverse di piante e rappresenta un centro marino ludico ed educativo, ideale per conoscere i fondali marini, specialmente quelli del Mar Mediterraneo. Il suo insieme potrà costituire per voi una fantastica alternativa per godere del tempo libero, perché oltre agli acquari ci sono diversi servizi di cui potrete usufruire: caffetteria, negozi, locali per fare foto ricordo e auditorium. L'ultima sezione inaugurata,Esplora, incorpora attività interattive dedicate soprattutto ai bambini per mostrare e toccare l'ecosistema marino. Orari: Fine settimana, giugno e settembre: dalle 9:30 alle 21:30 Luglio e agosto: dalle 9.30 alle 23:00
Resto dell'anno: dalle 9:30 alle 21:00. La biglietteria chiude un'ora prima.
Prezzi: adulto 14,50 €; bambini 4-12 anni e pensionati 9,50 €.

Pailebot Santa Eulàlia
Direzione: Moll del Frustino
Si tratta di un'imbarcazione varata nel 1919 e restaurata nel 1998, che attualmente si è trasformata in un pezzo fondamentale nell'insieme dei programmi e delle attività pedagogiche della zona. Orari: dalle 11:30 alle 19:30.
Sabato e domenica dalle 10: 00 alle 19:30, eccetto il lunedì.

Prenotare un hotel a Barcellona

Se state cercando un hotel a Barcellona vi consigliamo di prenotarlo con Booking.com. Più di 500 hotel tra cui scegliere con prezzi, foto e commenti di chi ha già soggiornato.

 

Hotel a Barcellona
Per prenotare un hotel a Barcellona vi consigliamo di consultare Booking.com. Circa 1000 hotel a Barcellona con foto, descrizioni, prezzi e i commenti di chi ha già soggiornato. Vai a Booking.com.
Resta in contatto
Home | Chi siamo | Contatti | Pubblicità | Privacy | Copyright | Newsletter |

© 2005-2011 Scrittura.org
Tutti i contenuti di questo sito sono proprietà letteraria protetta dal diritto d'autore internazionale.